Oggi ci occuperemo di pezzi di ricambio e, più nello specifico, di ricambi Volkswagen Golf 5.

Proprio per la sempre maggiore popolarità anche in Italia di questa famosissima auto, sono sempre più numerosi i nostri lettori che ci chiedono come poter scegliere i pezzi di ricambio migliori e quali sono le reali occasioni di risparmio che abbiamo a nostra disposizione.

In effetti, si tratta di una questione non da poco, specialmente se consideriamo il fatto che su Internet è sempre più facile lasciarsi tentare dalle miriadi di offerte che ci promettono un risparmio senza dubbio interessante, ma anche da valutare con grande attenzione perché non sempre del tutto positivo.

Vediamo allora come muoverci al meglio nel mondo dei ricambi e come comprare sempre i pezzi più adatti alle nostre esigenze.

Rivolgiti sempre al produttore

Quello che da tempo consigliamo ai nostri lettori è di scegliere sempre pezzi di ricambio prodotti direttamente da Volkswagen, casa produttrice della Golf 5 e l’unica azienda che può realmente proporre ai propri clienti pezzi di ricambio sicuri e originali.

Perché è così importante che i pezzi di ricambio della nostra Golf 5 siano originali? La risposta è molto semplice: solo la casa produttrice garantisce quella qualità e quelle prestazioni a cui siamo stati abituati dalla nostra auto e a cui non abbiamo intenzione di rinunciare a causa di una riparazione poco avveduta.

Possiamo quindi rivolgerci al sito ufficiale dedicato ai ricambi di Volkswagen, oppure rivolgerci direttamente a uno dei tanti meccanici e rivenditori autorizzati ed essere così certi che quanto monteremo sulla nostra Golf non solo ci garantirà sempre la massima efficienza, ma ci permetterà anche di ottenere un discreto risparmio sul lungo periodo.

Investi sempre sulla sicurezza

Infatti, l’unico vantaggio (del resto solo apparente) offerto dai pezzi di ricambio omologati è rappresentato dal loro costo, che potrebbe attirare i consumatori meno esperti e convincerli a provare questo tipo di soluzioni a buon mercato.

Il problema è che questi pezzi non sono mai sicuri né efficienti quanto le loro controparti originali, cosa che ci permette di concludere che se paghiamo un pezzo molto meno rispetto a quanto ci viene richiesto dalla Casa produttrice, evidentemente dobbiamo anche aspettarci una resa molto inferiore in termini di qualità.

I pezzi omologati, a differenza di quanto accade quando compriamo un ricambio direttamente dalla Casa madre, non vengono sottoposti allo stesso numero di controlli di sicurezza dei pezzi originali, cosa che ci impedisce non solo di conoscerne le prestazioni, ma anche di sapere se essi sono sicuri e quindi adatti ad essere installati sull’auto che usiamo tutti i giorni.

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: non è mai il caso di risparmiare sulla sicurezza e sull’efficienza, così come di scegliere pezzi di qualità scarsa solo per poter continuare a guidare la nostra auto in attesa del prossimo guasto.

Guardati sempre dalle truffe

Infine, segnaliamo anche che molte organizzazioni criminali sono di recente entrate nel business dei pezzi di ricambio contraffatti, cosa che causa un danno non solo all’azienda produttrice, ma ovviamente anche a noi consumatori.

Per evitare di comprare (e quindi installare sulla nostra Golf) un pezzo spacciato per originale, dovremo allora sempre richiedere al nostro meccanico tutta la sua relativa documentazione, in modo tale da poter essere certi che la nostra auto non solo continui sempre ad essere scattante come il primo giorno, ma anche in grado di conservare pressoché immutato nel tempo il suo valore commerciale.