Posted By admin
Coaching sportivo: rivolgiti a Stefano Pigolotti

Nello sport, a prescindere dalla disciplina che viene praticata, non basta possedere buone competenze ed elevate capacità per raggiungere risultati eccellenti, occorre anche allenare la mente per renderla una risorsa potenziante e di supporto nella fase di preparazione e in gara. E’ in questo scenario che si inserisce la figura del coaching sportivo. Il coaching sportivo di Stefano Pigolotti è il metodo del mental coaching applicato all’ambito dello sport.

Il Coaching Sportivo (detto anche Sport Coaching) differisce dal Training (inteso come allenamento in senso stretto) perché rivolge la propria attenzione su tutte le problematiche legate alla motivazione. Nello sport esattamente come è necessario allenare il fisico è fondamentale allenare anche la mente. Il coaching sportivo permette di tramutare le debolezze in un atteggiamento vincente:

  • dare centralità all’individuo;
  • concretizzare e scoprire le potenzialità;
  • trasformare la paura in coraggio;
  • trasformare lo stress in stimolo;
  • trasformare la sconfitta in vittoria.

L’incidenza della mente sulla prestazione – sia individuale che di squadra – ha un impatto decisivo, per questo motivo l’allenamento mentale è sempre più parte integrante della preparazione dell’atleta (di qualsiasi livello), al pari della preparazione fisica, tecnica e tattica. In pratica c’è sempre una componente emozionale che influenza la prestazione sportiva sia in positivo, portandoci a raggiungere il nostro limite, sia in negativo, spingendoci a sostenere una prova ben al di sotto del nostro potenziale.

Avere al tuo fianco un coaching sportivo professionista che ti segue durante la stagione agonistica, prima delle gare, nelle fasi di recupero da un infortunio o in preparazione di un evento importante può fare realmente la differenza. E quando hai a tua disposizione le tue risorse mentali espresse al massimo del proprio potenziale, ti sarà più facile ottimizzare le tue performance. Un coaching sportivo non sostituisce l’allenatore ma lo affianca per sviluppare la consapevolezza, la motivazione dell’atleta, il pieno potenziale individuale e di squadra. Lo scopo è ottenere un miglioramento complessivo dello stato mentale dell’atleta in vista di performance d’eccellenza.