Posted By editor
Cambia il tuo modo di stampare

Toner, manutenzione, per non parlare del numero di stampanti in commercio: scegliere i prodotti per la stampa può davvero essere impegnativo. Anzi, era impegnativo perché ora è tutto più semplice grazie al servizio di noleggio stampanti Pavia.

Noleggio stampanti: di cosa si tratta?

Il noleggio stampanti Pavia ha una durata di 24, 36, o 48 mesi a seconda delle esigenze e del valore complessivo delle attrezzature. Di solito la formula del noleggio stampanti Pavia più utilizzata, è quella di 36 mesi, che è il tempo migliore per garantire che la macchina non venga superata da modelli più avanzati. I costi del noleggio stampanti Pavia sono racchiusi in canoni mensile, interamente deducibili ai fini fiscali. Assolutamente a prezzi contenuti, queste quote comprendono l’assistenza e la manutenzione del prodotto, e i toner, di cui sarà l’azienda stessa del noleggio ad occuparsi dei ricambi e dello smaltimento.

Quali sono i vantaggi del servizio di noleggio stampanti?

I vantaggi offerti da questo servizio sono diversi, per cui voglio riassumerveli brevemente in 4 punti:

  1. il costo: ridotto, ammortizzabile e detraibile
  2. la manutenzione: è compresa con il servizio per cui non rimarrete mai senza la stampante
  3. i toner: finiti i colori non disperate, anche questi sono compresi con il servizio
  4. i prodotti: avrete a disposizione sempre le stampanti top di gamma, evitando l’obsolescenza del bene

Per tutte le informazioni riguardanti il noleggio delle stampanti, rivolgiti alla Giustacchini Printing, leader nel settore della stampa. Qui, verrai consigliato da degli esperti nella scelta del prodotto, tutti all’avanguardia, come la linea HP Pagewide, grazie alla quale potrai lavorare in un ambiente con zero emissioni di polvere da toner, inoltre si andrà a usare l’84% di energia in meno rispetto alle normali stampanti laser; si riducono del 94% i materiali di imballaggio e di consumo; ed infine con il noleggio delle stampanti HP Pagewide si ridurranno le emissioni di anidride carbonica dal 55 fino all’81%.